18.12.2020 - 30.12.2020 Eventi, OnLine, Teatro

LABORATORIUM LUBLIN: ANNEX CALABRIA.

Nastro di Möbius con sede a Squillace (Calabria), in collaborazione con il neTTheatre di Lublino (Polonia), è lieta di invitare autori, critici teatrali e studenti di teatro italiani a partecipare al progetto italo-polacco LABORATORIUM LUBLIN: ANNEX CALABRIA. Cofinanziato nell’ambito del programma pluriennale NIEPODLEGŁA per gli anni 2017-2022, nel quadro del programma di sovvenzioni dell’Istituto Adam Mickiewicz “Ponti culturali”

Il progetto mira a fornire alla comunità teatrale italiana (attori, registi, ricercatori, critici, studenti) l’opportunità di scoprire di più sull’arte, la vita e le opere di un leggendario autore ed innovatore del teatro mondiale, il polacco Jerzy Grotowski.

Le attività previste nell’ambito del progetto si svilupperanno in un ciclo di tre incontri online a carattere seminariale con gli artisti teatrali Przemysław Wasilkowski, Tomasz Rodowicz e Jadwiga Rodowicz-Czechowska, invitati in qualità di esperti.

Gli incontri saranno moderati da Pawel Passini, regista teatrale e compositore nonché direttore di neTheatre.

Il programma prevede:
18 dicembre 2020, 18:00 – 21:00, incontro con Przemysław
Wasilkowski
20 dicembre 2020, 18:00 – 21:00, incontro con Tomasz Rodowicz
30 dicembre 2020, 18:00 – 21:00, incontro con Jadwiga Rodowicz-Czechowska

Gli incontri si terranno online sulla piattaforma ZOOM.
Per partecipare è necessario registrarsi, inviando una mail con una semplice richiesta di partecipazione all’indirizzo di posta elettronica nettheatre@gmail.com

I partecipanti registrati riceveranno un link per il meeting ZOOM ventiquattr’ore prima dell’evento.

Riceveranno inoltre link per materiali video extra, preparati da esperti, che verranno messi a disposizione quarantott’ore prima del meeting.

Jerzy Marian Grotowski (1933 – 1999) è stato un regista e teorico del teatro polacco il cui approccio innovativo alla recitazione, formazione attoriale e produzione teatrale ha influenzato in maniera rivoluzionaria il teatro contemporaneo. Nato a Rzeszów, nella Polonia sud-orientale, nel 1933, dopo una formazione artistica giovanile in patria e a Mosca fece il suo debutto come regista teatrale nel 1957, portando in scena a Cracovia Le sedie di Ionesco. Due anni dopo fondò, nella città di Opole, un piccolo teatro dal nome emblematico di Teatr Laboratorium, in seguito trasferito a Wrocław. Già a partire dagli anni ’60 il suo approccio sperimentale alla regia, incentrato sulla nozione di “teatro povero”, cominciò a suscitare un crescente interesse internazionale, con tournée e produzioni che gli valsero riconoscimenti e plauso della critica. Nel 1982 lasciò la Polonia per proseguire il suo lavoro di ricerca teatrale negli Stati Uniti; rapidamente, tuttavia, maturò in lui l’insoddisfazione nei confronti dell’adattamento delle sue idee e pratiche in America. Così, quando sembrava aver ormai raggiunto l’apice della carriera, con una nuova torsione lasciò l’America per trasferirsi in Italia: qui, a Pontedera (PI), fondò nel 1985 il Grotowski Workcenter, in cui ha continuato a portare avanti sperimentazione e pratica teatrale, dirigendo quasi in segreto percorsi di formazione ed eventi teatrali privati fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1999.

Tomasz Rodowicz. Attore e regista teatrale, musicista ed educatore nonché apicultore, ha preso parte tra il 1974 e il 1976 alle attività del Teatr Laboratorium di Wrocław. Nel 1977 è stato tra i fondatori del Centro di Pratiche Teatrali Gardzienice, delle cui iniziative artistiche, didattiche e di ricerca si è occupato fino al 2004, recitando al contempo in numerose produzioni della compagnia. Il suo interesse per la musica antica in Europa lo ha portato a dar vita nel 2001 al progetto di ricerca The Ancient Orchestra, per poi fondare nel 2004 Teatr CHOREA, alle cui produzioni ha contribuito sia in veste di attore che come regista; dal 2007 la sede di CHOREA è ospitata presso l’incubatore artistico Fabryka Sztuki di Łódź, responsabile dell’ideazione di percorsi di formazione artistica intergenerazionale con una spiccata propensione per individui e gruppi socialmente vulnerabili. Sempre nel 2007 ha fondato insieme a Pawel Passini NeTTheatre, il primo teatro online d’Europa. ABualmente insegna presso la Scuola nazionale di cinema, televisione e teatro “Leon Schiller” ed è direBore artistico del Festival Internazionale di Teatro “Retroperspektywydi Łódź.

Jadwiga Rodowicz-Czechowska. Studiosa di cultura giapponese, tra i maggiori esperti internazionali del teatro nō, ha collaborato con Grotowski ed il Teatr Laboratorium nel contesto della sua fase di ricerca sulla ”cultura attiva”. Successivamente, tra il 1980 e il 1990, ha fornito il proprio contributo alla vita del Centro di Pratiche Teatrali Gardzienice, sia recitando da aBrice di punta che come organizzatrice di eventi e simposi teatrali. Dopo aver lasciato Gardzienice ha condotto un’intensa attività di studiosa e saggista sia in Polonia che all’estero, con all’attivo numerose pubblicazioni e volumi tradotti in varie lingue. Nel 1994 la sua profonda conoscenza del Sol Levante le ha aperto anche le porte della carriera diplomatica, culminata con il mandato come ambasciatrice polacca in Giappone (2008-2012). Continua a contribuire alla diffusione del teatro nō e, più in generale, della cultura nipponica in Polonia attraverso una messe di saggi, traduzioni, adattamenti teatrali e opere originali bilingue, oltre a promuovere conferenze e progetti di cooperazione bilaterale nippo-polacca.

Przemysław Wasilkowski. Diplomato in recitazione presso la Scuola nazionale di cinema, televisione e teatro “Leon Schiller”, dal 1994 al 1999 ha svolto il suo percorso di formazione teatrale presso il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards di Pontedera (PI) dove, come componente dell’équipe artistica, ha partecipato attivamente al processo creativo in loco, culminato nel suo impegno nello sviluppo della performance Ac+on. Dal 1999 divide il suo tempo tra l’impegno come docente ed educatore teatrale, la recitazione (in cui spicca la partecipazione nel 2015 a Mauser di Heiner Müller per il Grotowski Institute, con regia di Theodoros Terzopoulos), la direzione e l’attività di produBore, con opere originali presentate in prestigiose rassegne sia in Polonia che all’estero (Finlandia, Francia, Giappone, Grecia, Italia).

Paweł Passini. Drammaturgo, aBore, compositore e regista teatrale, precursore del teatro interattivo in Polonia, co-fondatore nel 2007 (con Tomasz Radowicz) di NeTTheatre, primo teatro online d’Europa. Associato al Centro di Pratiche Teatrali Gardzienice e al Jerzy Grotowski Research Institute di Wrocław, può vantare svariate produzioni e collaborazioni sia in patria che all’estero (Cipro, Finlandia, Grecia, India, Israele, Italia, USA). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui spiccano i prestigiosi Herald Angel e Total Theatre Award ricevuti nel 2011 al Fringe Festival di Edimburgo per la sua Turandot, produzione originale NeTTheatre.

 

from to
Scheduled Eventi >OnLine >Teatro